giovedì 15 ottobre 2020

16° PREMIO NAZIONALE ANPI B. FABRIZI

 INVITO AL 16° PREMIO NAZIONALE ANPI B. FABRIZI

 

Buongiorno,

il Comitato Provinciale ANPI di Ancona è lieto di invitarLa al 16° PREMIO NAZIONALE ANPI B. FABRIZI che si svolgerà DOMENICA 25 OTTOBRE 2020 alle ore 17.00 presso il Teatro “La Nuova Fenice” di Osimo.

I Premiati di questa edizione saranno l’attore MASSIMO GHINI, lo storico PAOLO PEZZINO, la vice Presidente della regione Emilia Romagna ELLY SCHLEIN. Inoltre saranno conferiti anche due premi alla memoria della Partigiana e giornalista ROSSANA ROSSANDA e del Partigiano e scrittore BEPPE FENOGLIO.

Nel rispetto delle normative per combattere e prevenire il Covid, i posti presso il teatro saranno distanziati e contingentati. Per questo è gradita la conferma della partecipazione con una mail a cpanpiancona@gmail.com o su whatsapp al 3402367345.

 

I più cordiali saluti

 

Il Presidente Provinciale ANPI Ancona

 

Daniele Fancello




Teatro La Nuova Fenice: domenica 25 ottobre, XVI edizione del Premio nazionale Anpi “Fabrizi”

 1' di lettura 13/10/2020 - Ci saranno volti noti e piacevoli sorprese fra quanti saliranno sul palco, domenica 25, per ricevere il Premio nazionale Anpi “Fabrizi”.

Il riconoscimento, giunto alle XVI edizione e slittato ad oggi in seguito all’emergenza Covid, è dedicato a Renato Benedetto Fabrizi, autorevole personaggio dell'antifascismo locale. Premia quanti, attraverso le proprie opere o il proprio lavoro, attuano e difendono i principi della Costituzione.

Il Premio, nato nel 2004, è divenuto così un appuntamento di grande valenza culturale e civile. Fra i premiati si ricorda Concita De Gregorio, allora alla direzione dell’Unità, che fece partire una campagna d’adesione all’Anpi che ha portato tanti giovani, tanti uomini e donne della cultura e dello spettacolo a dare il proprio sostegno all’associazione dei partigiani italiani.

E poi Nicola Gratteri e Armando Spataro “partigiani” della Costituzione, Aldo Tortorella, partigiano, intellettuale, giornalista e già direttore dell'Unità, Diego Bianchi, notissimo al grande pubblico, autore e conduttore di Propaganda Live , Paolo Berizzi giornalista di Repubblica, il gruppo musicale marchigiano Sambene, Ottavia Piccolo, Cisco ex Modena City Ramblers e il giornalista inviato speciale del Tg1 Pino Scaccia.

La cerimonia si terrà alle ore 17 al teatro La Nuova Fenice. A condurre, sarà Maurizio Blasi già caporedattore del Tg Rai Marche. Le conclusioni saranno affidate a Vania Bagni vicepresidente dell’Anpi nazionale.

da ANPI - Osimo
Associazione Nazionale Partigiani D'Italia

venerdì 25 settembre 2020

26 e 27 settembre 2020 Giornate Nazionali del Tesseramento

Il 26 e 27 settembre saremo presenti anche in Provincia di Ancona per incontrare le cittadine e i cittadini e invitarli a fare, tutti insieme, sempre meglio e più diffusamente, memoria attiva. Al servizio della democrazia e della Costituzione nate dalla Resistenza.




Sulle nostre pagine social trovate tutti gli eventi che abbiamo organizzato sezione per sezione 


MAIL
WEB
ANPI PROVINCIALE ANCONA

Comitato Provinciale ANPI ANCONA 
Via Menicucci 1 (3° Piano)  60121 Ancona
 tel 071-741606 cel 3402367345
orari apertura sede: martedì e giovedì dalle 10.00 alle 12.00

DONA IL 5X1000 ALL' ANPI
SCRIVI IL NUMERO 00776550584
ANCONA
ARCEVIA
info@anpiarcevia.it
CONERO
anpi.sez.conero@gmail.com
CASTELFIDARDO
Sito: www.anpicastelfidardo.it
CERRETO d'ESI
anpicerretodesi@libero.it
CHIARAVALLE
FABRIANO
FALCONARA
anpifalconara@gmail.com
FILOTTRANO
JESI
MEDIA VALLESINA
MONTESANVITO
OSIMO
OSTRA
TRECASTELLI
anpitrecastelli@gmail.com
SASSOFERRATO
Pagina FB www.facebook.com/ANPI-Sassoferrato-1144872788898868
SENIGALLIA
SERRA SAN QUIRICO
PaginaFB: https://www.facebook.com/ANPI-Sezione-di-Serra-San-Quirico-939200589520710/

giovedì 23 luglio 2020

Ai Presidenti, ai Responsabili delle Associazioni


ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA
Comitato Regionale Marche

 http://www.anpimarche.it
 071/741606 / 071/741606 coordinatore@anpimarche.it
Via Menicucci, 1-60121 Ancona

 Ai Presidenti, ai Responsabili delle Associazioni

Cari amici e compagni,
scriviamo questa lettera preoccupati delle condizioni con le quali ci si sta avviando ad un appuntamento elettorale particolarmente rilevante per la nostra Regione.
Rilevante non solo istituzionalmente ma perché avviene in una situazione fortemente condizionata dalle conseguenze della pandemia che si aggiungono e sovrappongono a quelle degli eventi sismici di 4 anni fa.
C’è bisogno di superare limiti e contraddizioni politiche, sociali e culturali che hanno inciso ed incidono profondamente nel determinare un difficile rapporto tra cittadini ed istituzioni terreno di coltura dei populismi e delle pulsioni autoritarie su cui la destra sta costruendo il proprio consenso senza alcuna volontà di porre un argine verso le componenti più retrive e pericolose, anzi cavalcandole, così come ha voluto fare candidando proprio una figura che non solo non ha mai preso le dovute distanze da questi gruppi ma non è stato neanche capace di rifiutare di partecipare ad una commemorazione chiaramente apologetica del fascismo.
Il nostro riferimento al contesto vuole sottolineare il pericolo rappresentato dalla proposta delle destre ma anche, a nostro giudizio, la scarsa consapevolezza che essa costituisce per l’insieme delle culture antifasciste e democratiche della nostra Regione.
Siamo consapevoli di esprimere una valutazione di inadeguatezza delle scelte che sono venute fin qui maturando così come sappiamo che le nostre considerazioni più volte reiterate (vedere i comunicati inviati alla stampa e pubblicati sui nostri siti che alleghiamo) non hanno trovato la necessaria considerazione.
Conosciamo le prese di posizione di molti altri soggetti politici e condividiamo i contenuti dell’appello firmato da molte personalità della nostra Regione. Resta la preoccupazione perché riteniamo non sia maturata a sufficienza la consapevolezza della necessità di attivare un vero e proprio processo volto alla costruzione di una proposta politico elettorale espressione di una profonda revisione delle scelte da mettere in campo per il governo della Regione, fondate sull’assunzione degli indirizzi e dei valori costituzionali e tali da impedire l’affermazione di un candidato e di forze e componenti dichiaratamente xenofobe e neofasciste.
Siamo convinti che alle Marche servirebbe, in primo luogo, una accelerazione nella definizione degli obiettivi e della strategia per la ricostruzione delle zone terremotate, insieme a garanzie per il diritto allo studio, alla tutela della salute, a minore precarietà e sostegno agli interventi finalizzati a promuovere il lavoro e la sua tutela, alla garanzia dei diritti civili e sociali di quanti si trovano ad operare nella nostra regione e alla tutela e valorizzazione dell’ambiente e dei beni artistici e culturali.
Consideriamo, in tutto ciò, non secondaria l’attenzione, la promozione, il coinvolgimento e la partecipazione dei soggetti organizzati in associazioni, movimenti, rappresentanze del mondo sindacale e datoriale, quali soggetti interessati a far parte di in un percorso trasparente e organico, in grado di dare continuità ad una interlocuzione con le rappresentanze istituzionali, a partire dalla coerenza tra le proposte, le scelte concrete con i valori e i principi della nostra Costituzione.
Un cambio di passo assolutamente necessario e il solo adeguato alla necessità di consolidare un processo democratico che non sia solo formalmente corretto ma abbia la forza e la capacità di incidere sui nodi e criticità del presente.
Consideriamo le riflessioni di cui sopra indicative e non esaustive di temi che vorremmo sviluppare con il vostro contributo per rendere ancor più evidente l’esigenza di una proposta elettorale e programmatica adeguata alla complessità e difficoltà della nostra realtà regionale. Non vogliamo e non possiamo rassegnarci ad accettare un confronto elettorale che non si caratterizzi e non ponga al centro della propria azione il riferimento concreto, puntuale e fattivo alla Costituzione.
Per rendere il confronto agile e proficuo vi proponiamo di inviare i vostri contributi al seguente indirizzo mail comitatoregionale@anpimarche.it indicando il nominativo e il numero di telefono per eventuali contatti.
Sarà nostro compito raccoglierli per farne oggetto di una riunione (sperabilmente in presenza)
Prima avremo i vostri contributi prima riusciremo a definire i contenuti da sottoporre all’attenzione del/dei candidato/i.
Non bisogna lasciare nulla di intentato
Grazie per la vostra attenzione.
Cordiali saluti
Coordinamento dei Comitati provinciali ANPI delle Marche

lunedì 18 maggio 2020

Anniversario della strage di Capaci


Il Comitato Provinciale dell’ANPI di Ancona aderisce all'iniziativa del gruppo di Agende Rosse di Ancona e provincia in occasione dell’anniversario della strage di Capaci
Per tutti noi è indispensabile tenere viva la memoria del sacrificio del magistrato antimafia Giovanni Falcone, insieme alla moglie Francesca Morvillo e ai tre uomini della scorta Vito Schifani, Antonio Montinaro e Rocco Dicillo.
Il sacrificio di vite che si è consumato il 23 maggio 1992 non deve essere stato vano. Il nostro pensiero va anche ai sopravvissuti di quel terribile attentato: gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l’autista giudiziario Giuseppe Costanza».
Per l’Anpi il rispetto dei principi fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana è il più importante strumento di lotta contro la mafia, che ci vede ogni giorno impegnati al vostro fianco.  


sabato 16 maggio 2020

SOLIDARIETA’ AI GIORNALISTI ANSA


SOLIDARIETA’ AI GIORNALISTI ANSA
Il Comitato Provinciale dell’Anpi di Ancona esprime solidarietà e vicinanza ai giornalisti dell’ANSA che in queste ore stanno scioperando contro il piano di riorganizzazione della loro azienda, che prevede pesanti tagli alle redazioni e ai collaboratori per poter raggiungere il pareggio di bilancio.
Il lavoro e la libertà di stampa sono tutelati dalla Costituzione Italiana, proprio per questo è indispensabile il serio lavoro svolto dai giornalisti nella lotta alle “fake news” ed in particolare il lavoro svolto negli ultimi difficili giorni garantendo un’ampia informazione durante l’emergenza “corona virus”.
L’ANPI della Provincia di Ancona si unisce all’appello al Governo e al Parlamento per intervenire nella trattativa e garantire al nostro Paese    una fonte di notizie imparziale e indipendente.

Anpi Comitato Provinciale Ancona
16-05-2020

domenica 26 aprile 2020

Soddisfazione per lo svolgimento delle Celebrazioni del 25 Aprile


COMUNICATO STAMPA

Il Comitato Provinciale Anpi di Ancona esprime grande soddisfazione per lo svolgimento delle Celebrazioni del 25 Aprile nella nostra provincia, nonostante le restrizioni imposte dalla lotta al Corona virus.
Ringraziamo il Prefetto di Ancona, e tutti i Sindaci che hanno consentito lo svolgimento della deposizione delle corone coinvolgendo come di consueto la nostra associazione. 
Stigmatizziamo, invece, il comportamento di quei pochi Sindaci che hanno preferito non essere presenti o addirittura, non deporre nemmeno un fiore in omaggio ai Partigiani e a tutti i caduti per la Liberazione del nostro Paese.
Fortunatamente in ogni Comune della provincia di Ancona, e di tutta Italia, sono stati tantissimi i cittadini e le cittadine che con grande senso di unità del Pase, e guardando al futuro con speranza hanno intonato “Bella ciao” da finestre, balconi e terrazzi pensando e ringraziando alle Partigiane e i ai Partigiani.
L’Anpi guarda al futuro con speranza, coraggio, unità e solidarietà; per la nostra Associazione questo è il momento di progettare il domani sulla strada della Costituzione, perché i principi democratici sono le solide radici da cui ripartire, e nessuno deve essere lasciato solo.
26-04-2020